Bonus condizionatori

Sconto immediato

Importante: sono state prorogate le detrazioni fiscali del 65% per interventi di miglioramento energetico e le detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie.

Cambia ora il tuo condizionatore

    Ho letto e accetto la vostra Informativa sulla Privacy
    Scopri di più
    Bonus Condizionatori 2020 Sconto Immediato Quadrata

    50%

    Sconto immediato

    Grazie ad Airen caldaie & clima

    65%

    Rimborso in 10 anni

    Tramite Agenzia delle Entrate

    110%

    Ecobonus o Bonus Casa

    In caso di intervento di ristrutturazione

    Incentivi condizionatori: come funziona

    Il bonus condizionatori con sconto immediato ha garantito una detrazione fiscale del 50% o del 65% dell’importo sostenuto per acquistare e installare un impianto di climatizzazione domestica. Questo sconto sarà applicato anche nel 2023 per l’acquisto di condizionatori a pompa di calore e che permettono un risparmio energetico.

    È facile: puoi ottenere il bonus subito complando il modulo di contatto oppure puoi recarti in uno degli store Airen. Prima dell’acquisto ti diremo esattamente quanto puoi risparmiare con gli incentivi condizionatori.

    Bonus condizionatore: sconto immediato o detrazione in 10 anni?

    Ci sono diverse modalità per usufruire degli incentivi fiscali messi a disposizione dei cittadini che intendono contribuire al miglioramento energetico della propria abitazione. Il nuovo bonus condizionatori con sconto in fattura oppure la detrazione in 10 anni, ecco come usufruire degli incentivi condizionatori.

    Sconto immediato al momento dell’acquisto

    Il costo del climatizzatore e delle attività di installazione viene ridotto del 50% grazie allo sconto in fattura. Sarà l’installatore, in questo caso Airen, ad avviare la procedura all’Agenzia delle Entrate per ottenere la detrazione fiscale condizionatori e per poter applicare regolarmente lo sconto diretto in fattura al momento dell’acquisto del bene.

    Detrazione in 10 anni

    In questo caso la scelta dei climatizzatori aumenta ulteriormente con Airen, inoltre sarà possibile avviare le pratiche per il rimborso anche autonomamente presso l’Agenzia delle entrate detrazione fiscale condizionatori. Il costo effettivo del condizionatore sarà del 35% e il rimborso in 10 anni del restante 65% arriverà successivamente alla prima dichiarazione dei redditi utile.

    Ecobonus o Bonus casa 110%

    Sono le detrazioni fiscali riconosciute per i lavori di riqualificazione energetica delle abitazioni. Le regole e i lavori ammessi sono indicati nell’articolo 14 del DL n. 63/2013 e nell’ultima modifica effettuata dalla Legge di Bilancio. All’interno dell’Ecobonus sono previste le modalità di ottenimento dei bonus climatizzatore per la ristrutturazione domestica.

    Scrivi ad Airen Caldaie, ti aiuteremo ad ottenere lo sconto subito.

    Richiedi un sopralluogo

      Ho letto e accetto la vostra Informativa sulla Privacy

      Detrazione condizionatori 2023 vs Detrazione condizionatori 2022

      Se ti stai chiedendo quali sono i cambiamenti rispetto all’anno scorso, devi sapere che il bonus condizionatori con sconto in fattura messo a disposizione dal Governo è stato nuovamente inserito nel nuovo pacchetto “Bonus Casa”. A tutti gli effetti quindi, con la legge di bilancio 2023, viene riconfermato il bonus condizionatori 2022 sconto immediato.

      La detrazione condizionatori potrà essere presentata nella dichiarazioni dei redditi e verrà concessa a tutti coloro che hanno effettuato o effettueranno ristrutturazioni domestiche con interventi di miglioramento dell’efficienza energetica. Nessun cambiamento dunque per l’anno in corso. Inoltre anche per il 2023 sarà possibile ottenere la detrazione condizionatori senza ristrutturazione.

      Detrazione condizionatore senza ristrutturazione: agenzia delle entrate

      1. È possibile portare in detrazione il condizionatore senza ristrutturare casa?
        La risposta è si. In questo caso è fondamentale far installare un nuovo impianto a pompa di calore ad alta efficienza energetica. Per ottenere la detrazione bisogna documentare le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione. Di seguito i criteri da tenere in considerazione per beneficiare degli incentivi:

        • Tipologia di condizionatore a risparmio energetico;
        • Indicazioni sull’acquisto del condizionatore, se è stato effettuato durante una ristrutturazione oppure no;
        • Modalità di pagamento.
      2. A quanto arriva la detrazione condizionatore senza ristrutturazione casa?
        Le percentuali di detrazioni sono principalmente due:

        • Detrazioni del 50% se il nuovo impianto di condizionamento è a pompa di calore e mira ad un alto risparmio energetico;
        • Detrazioni del 65% se il climatizzatore condizionatore con pompa di calore è ad alta efficienza;
      3. Quali sono i pagamenti ammessi dall’Agenzia delle entrate per ottenere la detrazione fiscale condizionatori senza ristrutturazione?
        I pagamenti dovranno essere tracciati, le ricevute dei pagamenti e le fatture d’acquisto dovranno essere conservate, inoltre serve ricordare che l’iva prevista per l’acquisto del climatizzatore è agevolata al 10%. Di seguito i metodi di pagamento consentiti:

        • Bonifico postale o bancario ordinario;
          Carte di credito o carte di debito;
        • Bonifico bancario parlante, in questo caso la causale dovrà essere la stessa usata per bonifici legati ai lavori di ristrutturazione ovvero partita iva e codice fiscale del beneficiario della detrazione, o codice fiscale del rivenditore presso cui è stato effettuata la spesa.